May 23, 2022

Wire Service Canada

Complete Canadian News World

LUXURY ?? All??asta il diamante nero che arriva dallo spazio

Quando is precipitato sul nostro pianeta dallo spazio siderale, circa tre miliardi anni fa, quasi non esisteva la terraferma. Secondo alcuni studi recenti, il nostro pianeta era probabilmente un mondo semisommerso da oceani primordiali. Ma questi sono gli unici indizi di The Enigma, nome azzeccatissimo di un diamante nero carbonado da 555.55 carati grosso come il palmo di una mano, arivato sulla Terra fra i 2,6 ei 3,8 miliardi e nato dall’esplosione di una supernova o forse la caduta di un meteorite. Due delle ipotesi possibili perché su The Enigma esiste almeno una certezza: non appartiene a questo mondo.

Lo dice la composizione, che oltre a nitrogeno e idrogeno racchiude tracce abbondanti di osbornite, un minerale riscontrato solo sulle meteore che deve il nome a George Osborn, il ricercatore inglese che nel 1852, dopo averne trovato un esmplare in India, aveva deciso di spedirlo agli esperti del British Museum di Londrava geloggi lo ancora.

Per The Enigma invece, è ancora mistero fitto: nessuno sa chi l’abbia scoperto e quando. La sua storia ufficiale inizia appena vent’anni fa, quando fu acquistato dal proprietario attuale che chiese di far intagliare la pietra in 55 facce per omaggiare la Mano di Fatima, meglio conosciuta come Hamsa, un amuleto caratteristico delle religioni musulmana ed ebraica. Secondo il parere degli innumerevoli esperti che da allora l’hanno analizzato, potrebbe aver impattato la Terra in Sudafrica o Brasile, in quelle ere geologiche ancora collegate da un supercontinente.

Se come unità di misura si prende la preziosità, i diamanti neri sono meno pregiati e ricercati, anche se parecchio utilizzati dalla gioielleria perché assai appariscenti. Ma questo non vale per The Enigma, che ha messo al caldo il primato come più grande diamante nero al mondo e anche quello come più grande pietra preziosa mai tagliata, come certificato Guinness World Record grazie ad un peso che supera la “Grande” Africa (530,2 carati), e il “Golden Jubilee” (545,67). Quanto basta per trasformare The Enigma in una pietra tanto misteriosa quanto leggendaria che, sotto forma di replica, è stata esposta nel 2010 all’Expo di Shangai e vista da 71 millioni di persone in sei mesi.

READ  Thales-Sis agreement for two communications satellites - space and astronomy

Un mistero cosmico che Nikita Bibani, responsabile della gioielleria di Sotheby’s, ha definito “Un fenomeno naturale unico, che rappresenta un’opportunità irripetibile di acquisire una delle più rare e antiche meraviglie del cosmo mai viste”. Sarà proprio la sede londinese di Sotheby’s a metterlo all’asta fra il 3 ed il 9 February, dopo un tour che sta toccando Dubai e Los Angeles, ad una cifra compresa tra i 4 ei 7 millioni di dollari. Ma c’è chi è pronto a scommettere che per comprarlo serviranno molti più soldi.